Quinto Bancoposta Pensionati

Quinto Bancoposta Pensionati

Sei un pensionato e sei alla ricerca di un prestito personale semplice e vantaggioso? Quinto BancoPosta Pensionati potrebbe essere la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Potrai richiedere questo finanziamento per qualsiasi tipo di spesa, come ad esempio l’acquisto di un nuovo elettrodomestico per se o per un familiare, un regalo per il proprio nipote che sta per sposarsi, l’estinzione di precedenti finanziamenti o magari una spesa inaspettata al quale non è possibile far fronte economicamente, tutto ciò semplicemente cedendo direttamente un quinto della propria pensione.

È possibile richiedere una somma di denaro fino ad un massimo di 70.000 euro che verrà stabilita in fase di istanza, dipenderà dall’importo della pensione e sarà possibile dilazionare il finanziamento con rate da un minimo di 36 mesi e fino ad un massimo di 120 mesi.

Questa formula è stata pensata per garantire al pensionato la tranquillità economica poiché il rimborso avviene tramite trattenuta direttamente sulla pensione del richiedente evitando così di doversi recare agli sportelli degli uffici postali, e la rata, che avrà una scadenza mensile potrà essere al massimo di un quinto del reddito.

Chi può richiedere Quinto BancoPosta Pensionati?

Possono richiedere questo prestito personale tutti coloro che percepiscono una pensione INPS anche se titolari di un altro finanziamento in corso o che per altre ragioni non riescono ad avere accesso ad altre forme di credito. Bisogna inoltre ricordare, che il pensionato non dovrà superare gli 80 anni al termine del piano di ammortamento al fine di ottenere il credito desiderato.

Sarà solo necessario prendere un appuntamento e recarsi presso uno degli uffici postali più vicino e presentare un documento d’identità valido, il proprio codice fiscale o in alternativa la tessera sanitaria e il cedolino della pensione che servirà in seguito alla valutazione della somma richiedibile e alla rata di rimborso.

Per questo prestito Poste Italiane occorrerà inoltre essere in possesso di un conteggio estintivo della precedente finanziaria solo in caso di rinnovo per un’altra cessione del quinto. Per i richiedenti stranieri è inoltre richiesto il permesso di soggiorno, che dovrà ovviamente essere a tempo indeterminato o un documento che attesti la propria cittadinanza italiana da almeno 5 anni.

Vi sono diverse opzioni di erogazione, quindi sarà opportuno scegliere quella più adatta per voi, e sono: accredito su conto BancoPosta, accredito su libretto di risparmio postale, un bonifico su conto corrente bancario o assegno postale vidimato, mentre il rimborso del prestito personale potrà avvenire solo tramite la trattenuta direttamente sulla pensione che avverrà ogni mese.

Associato al Quinto BancoPosta Pensionati vi è una polizza vita obbligatoria per legge che provvederà al pagamento della somma residua in caso di decesso del titolare del prestito, considerando che la copertura dei costi sarà tutta a carico della banca che la sottoscriverà.

È possibile richiedere un preventivo, totalmente gratuito e non impegnativo che vi aiuterà a valutare meglio la vostra scelta, semplicemente recandosi presso un ufficio postale abilitato al servizio presentando un documento d’identità, il codice fiscale e un documento che attesti il proprio reddito. Grazie alla serietà della società Poste Italiane il preventivo vi verrà fornito in maniera immediata.