Cessione del Quinto Pensionati



La cessione del quinto pensionati offre a tutti i soggetti che percepiscono una pensione mensile superiore alla “minima”, la possibilità di richiedere un finanziamento che sia sicuro, trasparente e soprattutto che non gravi in maniera eccessive sulle proprie spese.

Come abbiamo appena anticipato questa linea di credito non può essere richiesta da tutti coloro che percepiscono una pensione minima, considerata dallo Stato Italiano l’importo minimo necessario per sostenere una vita dignitosa. Si tratta infatti di importi davvero bassi, che purtroppo non permettono al pensionato di affrontare le spese di tutti i giorni, quindi è possibile immaginare come la cessione del quinto non sia quindi una linea di credito accessibile a questa tipologia di richiedenti.

Per tutti gli altri pensionati, questo finanziamento permette di sostenere qualsiasi tipo di spesa, usufruendo inoltre di numerosi vantaggi. Il prestito personale potrà essere utilizzato per qualsiasi finalità senza dover fornire alla banca alcun giustificativo di spesa; potrai ad esempio utilizzarlo per finanziare un viaggio in Italia o all’Estero, per fare un regalo ai propri figli o ai propri nipoti o per far fronte ad una spesa che vi si presenta all’improvviso.

 

Vantaggi della cessione del quinto pensionati

Questa linea di credito ha come caratteristica principale l’importo della rata di rimborso che il pensionato dovrà affrontare ogni mese. Tale rata infatti potrà essere al massimo pari alla quinta parte della pensione percepita. Ciò permetterà di avere una rata di rimborso che sia proporzionata al proprio “stipendio”, e che quindi non pesi eccessivamente nelle tasche del pensionato che richiederà il finanziamento.

A differenza di un tradizionale prestito personale, la cessione del quinto prevede che la rata non venga pagata direttamente dal titolare del finanziamento. Sarà infatti l’ente pensionistico a provvedere al rimborso del prestito trattenendo l’importo della rata direttamente dal cedolino della pensione e provvedendo successivamente al versamento nei confronti dell’istituto di credito. Parliamo quindi di un secondo vantaggio per il pensionato che non dovrà recarsi mensilmente presso uno degli sportelli abilitati per il pagamento della rata ed inoltre eviterà eventuali dimenticanze relative alla scadenza della rata.

Questo sistema di rimborso permette di richiedere la cessione del quinto anche a coloro che risultino essere iscritti nel registro del Crif come protestati o cattivi pagatori. Sono quelle persone che generalmente riscontrano serie difficoltà al momento della richiesta di un finanziamento poiché non hanno provveduto al regolare rimborso di precedenti prestiti personali.

Per richiedere la cessione del quinto pensionati sarà necessario recarsi presso una delle filiali del gruppo bancario scelto e presentare la seguente documentazione: la carta d’identità in corso di validità, il codice fiscale o tessera sanitaria ed un documento di reddito che in questo caso corrisponderà al proprio cedolino della pensione. L’istituto di credito valuterà la richiesta ed in caso di esito positivo, la somma di denaro verrà erogata entro breve tempo e potrà essere subito utilizzata per le proprie spese.

La cessione del quinto ha però un limite, ovvero l’età: molti istituti di credito non accettano le richieste di prestito pervenute da tutti i soggetti con età anagrafica avanzata. Generalmente infatti le banche valutano la richiesta in base all’età che il cliente avrà compiuto al termine del finanziamento. Se il pensionato avrà provveduto al rimborso totale del finanziamento entro il 75esimo anno di età non vi sarà nessun problema nel vedersi approvare la richiesta. Per alcuni gruppi bancari tale soglia può arrivare anche fino agli 80 anni.

Tutti i finanziamenti con cessione del quinto prevedono una polizza assicurativa obbligatoria per legge. Si tratta di un’assicurazione a beneficio dell’istituto di credito, che provvederà al rimborso del debito residuo in caso di eventi negativi. Tutte le spese relative alla polizza verranno interamente sostenute dalla banca, quindi il richiedente beneficiario del prestito, non dovrà sostenere ulteriori spese al momento della sottoscrizione.

 

Cessione del Quinto della Pensione

La cessione del quinto della pensione è un prestito personale che permette a chi lo richiede di usufruire di numerosi vantaggi.



 cessione del quinto della pensione

Chi può richiedere la cessione del quinto della pensione?

Parliamo di una tipologia di finanziamento che può essere richiesta da tutti coloro che percepiscono una pensione mensile da un ente previdenziale.

Inoltre potranno effettuare una richiesta di finanziamento con cessione del quinto anche tutti coloro che rientrano nella categoria dei protestati o dei cattivi pagatori. Parliamo di quelle persone che non avendo rimborsato in maniera regolare precedenti finanziamenti, risultino iscritti nel registro del Crif. Tale registro viene puntualmente controllato dall’istituto di credito prima dell’approvazione di un prestito e consente loro di verificare la posizione finanziaria del futuro debitore e, al di fuori della cessione del quinto, sarà molto difficile per questi soggetti riuscire ad ottenere una linea di credito poiché considerati poco affidabili.

Questa tipologia di prestito personale non può invece essere richiesta da tutti i soggetti pensionati che percepiscono una pensione definita generalmente “minima”, poiché tale somma di denaro consente a chi la percepisce, di vivere in maniera dignitosa e non sarà quindi possibile sottrarre di lì ulteriore denaro per il rimborso di un prestito personale.

 

Cos’è la cessione del quinto della pensione?

Si tratta di un prestito personale che il pensionato può richiedere per affrontare qualsiasi tipo di spesa: sarà possibile acquistare un nuovo elettrodomestico, finanziare un viaggio o partecipare alle spese di un giorno importanti per i propri nipoti come ad esempio il matrimonio o semplicemente far fronte ad una spesa che vi si presenta in maniera improvvisa. Al momento della richiesta non sarà quindi necessario fornire alcun giustificativo di spesa all’istituto di credito che provvederà all’erogazione del credito.

La cessione del quinto prevede sostanzialmente una rata di rimborso che non potrà mai superare un quinto di quanto percepito di pensione. Ciò permetterà al debitore di vivere serenamente la scelta di richiedere un prestito poiché non dovrà fare enormi sacrifici per rimborsare in maniera regolare il finanziamento. Ovviamente l’importo massimo richiedibile sarà proporzionato all’importo della pensione e verrà stabilito in fase di richiesta nel momento in cui ci si recherà presso una filiale del gruppo bancario.

 

Polizza assicurativa cessione del quinto

Il pensionato non dovrà inoltre provvedere in maniera diretta al rimborso del prestito personale, quindi non dovrà recarsi mensilmente presso gli sportelli per il pagamento della rata entro la scadenza. Questo è possibile perché la cessione del quinto prevede una detrazione del quinto della pensione direttamente dal cedolino della pensione. Sarà quindi l’ente previdenziale a provvedere, a scadenza mensile, alla sottrazione della rata e successivamente al pagamento della stessa nei confronti del creditore.

Quali documenti occorrono per la richiesta?

Al momento della richiesta generalmente basta presentare una semplice documentazione: il proprio documento d’identità, il proprio codice fiscale che potrà essere ricavato anche dalla tessera sanitaria ed il cedolino della pensione che servirà per certificare il reddito. Dopo aver completato la richiesta basterà aspettare al massimo 48 ore per scoprire se il finanziamento verrà approvato o meno ed in caso di esito positivo potrai disporre subito della somma di denaro.

Associato alla cessione del quinto della pensione vi è una polizza obbligatoria per legge che provvederà al pagamento del debito residuo in caso di eventi sfavorevoli come decesso, malattia grave . Questa assicurazione tutela il cliente ma anche i futuri eredi e non prevede alcun costo aggiuntivo in quanto sarà il gruppo bancario, come unico beneficiario di tale polizza, a provvedere a tutti i costi.

Salva